Filosofia

La biodinamica cerca di portare equilibrio e armonia prima a livello sottile e poi, per ricaduta, a livello materiale, sulla terra e sulle piante. Di conseguenza, necessita di appoggiarsi anche su elementi non tangibili ma altrettanto equilibrati e raffinati di chi la pratica, dei luoghi e degli ambienti dove si applica.

biodinamicaSecondo noi un percorso biodinamico, se veramente tale, non può essere scevro da un percorso intimo e personale di chi la applica, che permette di distillare da sé il meglio, di raffinarsi ed evolversi interiormente. La propria raffinazione alchemica permette, per rispondenza, di agire sulla realtà esterna inducendo lo stesso processo di crescita evolutiva. A nostro avviso su un liquido alchemico come il vino questo processo può portare a un risultato veramente speciale. Non ci riferiamo a un percorso spirituale obbligatoriamente steineriano ma a un percorso di crescita interiore che sia serio e profondo.

Il nostro obiettivo è l’incontro delle conoscenze della biodinamica con quelle della realtà spirituale di Damanhur, Federazione di Comunità, alla quale partecipiamo. Damanhur indaga da più di trenta anni nel campo della comunicazione con il mondo vegetale, collaborando con università e ricercatori di molti Paesi diversi. I damanhuriani considerano le piante esseri intelligenti con i quali è possibile comunicare e scambiare emozioni, e così creare una relazione armonica e consapevole. L’amicizia tra esseri umani ed esseri vegetali, secondo la filosofia damanhuriana, può permetterci di recuperare antiche conoscenze oggi perdute, indispensabili per un’evoluzione completa della coscienza umana. Proprio per questo, oltre alle ricerche sulla comunicazione con le piante, i damanhuriani promuovono anche un progetto chiamato “Orientamento degli alberi” – che viene condotto in tutto il mondo – che favorisce l’allineamento delle piante a una frequenza comune anche all’essere umano, proprio per riavvicinare questi due mondi oggi così lontani.

Il desiderio che ci anima come viticultori è di creare unione e connubio con le piante, scambio e collaborazione con loro perché possano esprimersi completamente, in armonia ed equilibrio con la terra, con le forze celesti e con l’essere umano, insomma con il “Tutto”. Per noi la terra è sacra, il suo rispetto totale è una premessa inderogabile, perché su di essa si esprime la vita. Il nostro sforzo è di permettere a questo insieme terra-piante di tornare a essere protagonista assoluto nella produzione agricola. Cerchiamo di capire, interpretare e assecondare le loro esigenze, certi che le piante ci ripagheranno con il frutto più bello e più ricco, capace di sprigionare poi nel vino profumi e sapori inebrianti che portano la memoria di una vita gioiosa e armoniosa.