Assentada

Trebbiano Toscano IGT

Trebbiano Toscano IGT

Trebbiano Toscano in purezza, gestione del vigneto biologica e biodinamica. Questo vino esprime profumi floreali e note di resina, in bocca è fresco e sapido con note balsamiche. Ideale come aperitivo o da abbinare a pesci azzurri, carni bianche speziate e formaggi maturi.

Principali dati del vigneto
Terreno: medio impasto con prevalenza argillosa
Vigne: sesto 2,5 -3 mt x 1 mt.
Anno dell’impianto: 1972
Densità impianto: 3000 piante per ettaro
Superficie: 7000 mq.
Altitudine media: mt 60 s.l.m.
Orientamento: sud-sudovest
Resa media per ceppo: 1,2 – 1,5 kg/pianta
€ 17,00 Anno 2018 disponibilità immediata

Uvaggio

Trebbiano toscano in purezza in anfora di terracotta

Vinificazione

ANFORA DI TERRACOTTA DELL' IMPRUNETA

Alla raccolta delle uve, al giusto grado di maturazione ma con ancora una buona acidità, segue la pigiadiraspatura dell'uva e la macerazione prefermentativa in anfora di Terracotta. Questa fase aiuta lo sviluppo dei profumi.

La fermentazione alcolica inizia in modo spontaneo, la si stimola e poi la si mantiene con follature quotidiane dell'anfora, almeno due al giorno. La fermentazione si svolge a temperature basse, (18°-20°C ) controllate tramite l'uso di bottiglie d'acqua ghiacciate, sostituite due volte al giorno. Alla fine della fermentazione il vino viene lasciato a contatto con le bucce dai 50 ai 120 giorni, a seconda dell'annata e dell'evoluzione dello stesso, per permettere un'importante estrazione, la piena espressione della potenza del Trebbiano e la sua maturazione. La scelta di vendemmiare con un'acidità dell'uva ancora alta permette di mantenere la freschezza, i profumi e il colore del mosto anche con una macerazione prolungata. In questo lungo periodo spesso si svolge anche la fermentazione malolattica, fermentazione che viene svolta per rendere stabile il vino nel tempo, infatti evita il rischio di una rifermentazione in bottiglia con conseguenti anomalie organolettiche del vino.

Dopo la svinatura il vino riposa sempre nell'anfora di terracotta a contatto con le feccie nobili con batonnage settimanali per un'ulteriore estrazione dalle pareti cellulari dei lieviti di profumi e complessità. La maturazione ed ossigenazione ideale dell'anfora permette un lungo affinamento. Successivamente all'inizio del caldo estivo viene spostato in contenitori di cemento o acciaio dove permane circa un anno fino all'imbottigliamento.

L'affinamento in bottiglia è di 8-12 mesi minimo per permettere un amalgama ideale dei vari impulsi ricevuti dal vino, quali la cera d'api che ricopre l'anfora, la maturazione ossidativa data dalla porosità dell'anfora e l'interazione finale con il vetro.
Nella fermentazione e in tutte le fasi successive di produzione non viene utilizzata nessuna sostanza al di fuori di quantitativi bassissimi di solfiti (solforosa totale del vino commercializzato: 50 mg/lt).

Maturazione ed affinamento

In anfora di terracotta e poi in tini di cemento..

Imbottigliamento

Si esegue una filtrazione non stretta cioè con filtri a cartoni di 10 micron o di diametro maggiore.

Produzione prevista

1.500 bottiglie /anno

I vini della nostra produzione

Bianchi
Tinnari Falzari
Tinnari

Trebbiano Toscano in purezza

Assentada Falzari
Assentada

Trebbiano toscano in purezza in anfora di terracotta

Rossi
Selengaia Falzari
Selengaia

70% Sangiovese
15% Cabernet Sauvignon
15 % Merlot

Pilandra Falzari
Pilandra

Sangiovese in purezza

Altrove Falzari
Altrove

1/3 Sangiovese
1/3 Cabernet Sauvignon
1/3 Merlot